Federformazione per l’educazione ed il contrasto alla violenza di genere

Laura Mazza, segretario generale nazionale di Federformazione, ha partecipato al Convegno “Educare alla non violenza: percorsi di tutela giuridica e sociale” che si è svolto a Taormina il 12 e 13 Luglio. L’evento, promosso da Regione Sicilia, si inserisce all’interno del programma “Il fiore della non violenza”, Piano Regionale degli interventi per la prevenzione ed il contrasto della violenza di genere, patrocinato dalla Presidenza del consiglio dei Ministri. Al termine del convegno si è tenuta la presentazione della Carta di Taormina.

Nel corso del suo intervento, durante il dibattito sui temi della Carta della non violenza, Laura Mazza ha parlato di formazione e certificazione, che rappresentano la chiave del successo per creare nuove opportunità di lavoro per giovani e coloro che dovranno ricollocarsi nel mondo del lavoro.

“Ci troviamo a definire dei nuovi profili professionali, che abbiano delle competenze certificate sia a livello nazionale che europeo, tali da dare un valore aggiunto in campi ove tali figure ad oggi, se pur esistenti, non risultano oggetto di normativa o di qualsivoglia tipo di disciplina e che siano al passo con il mercato”

Il progetto presentato a Taormina prevede la costituzione di tavoli di lavoro con gli ordini professionali, con le Associazioni imprenditoriali e del lavoro e con i soggetti che operano sul campo nel settore della formazione al fine di definire standard qualitativi certificabili e riconosciuti dal mondo delle imprese, dell’istruzione e della formazione. Il traguardo finale è particolarmente ambizioso e prevede una mappatura dei bisogni relativamente alle figure professionali e l’identificazione di veri e propri driver su cui sviluppare nuove competenze riconosciute dal mercato.
“Federformazione”, ha concluso, “si propone in questo modo di tracciare una strategia definita volta a valorizzare il capitale umano, rendendolo più competitivo”.


 

Ti è piaciuto l'articolo? Fallo sapere ai tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *