Manager di successo: le capacità relazionali

Capacità relazionali manager di successo
Dopo aver analizzato l'importanza delle soft skills e come riconoscere un manager di successo, con oggi concludiamo la nostra disamina parlando delle capacità relazionali che un buon manager dovrebbe possedere. Ma cosa si intende con “empatia”? Il manager deve possedere capacità relazionali e l’empatia è uno dei passi fondamentali per praticarle. Da sola non basta: cosa ce ne facciamo di un manager che si cala nello stesso problema dell’azienda o del collaboratore e resta lì dentro? Serve ch...
Altro

Federformazione per l’educazione ed il contrasto alla violenza di genere

Federformazione contrasto alla violenza di genere
Laura Mazza, segretario generale nazionale di Federformazione, ha partecipato al Convegno “Educare alla non violenza: percorsi di tutela giuridica e sociale” che si è svolto a Taormina il 12 e 13 Luglio. L'evento, promosso da Regione Sicilia, si inserisce all'interno del programma "Il fiore della non violenza", Piano Regionale degli interventi per la prevenzione ed il contrasto della violenza di genere, patrocinato dalla Presidenza del consiglio dei Ministri. Al termine del convegno si è tenut...
Altro

Ritornano i voucher? Numeri ed effetti di questo strumento

Il ritorno dei voucher
Il molto discusso decreto dignità, varato dal Governo Conte e fortemente voluto dal Ministro Di Maio, potrebbe segnare il ritorno dei voucher, richiesti a gran voce dalle associazioni datoriali e dalle imprese. Al di la delle polemiche ci siamo permessi di cercare alcuni numeri, per capire meglio di cosa si stia discutendo. Lo strumento dei voucher, il cui utilizzo avevo raggiunto numeri straordinari nel 2016, era stato abolito dal Governo precedente il 18 marzo 2017 sulla spinta di un refere...
Altro

Manager di successo: come riconoscerlo

Riprendiamo la nostra disamina sulle qualità che un manager di successo dovrebbe avere. Dopo aver visto nell'articolo precedente l'importanza, spesso sottostimata, delle soft skills, vogliamo continuare il nostro approfondimento soffermandoci in particolare sulle altre qualità che un buon manager dovrebbe possedere: Comunicazione e formazione Qualcuno, di fronte ai grandi progressi e alle straordinarie innovazioni della comunicazione per mezzo digitale, crede di poter affermare che è possi...
Altro

Manager di successo: l’importanza delle soft skills

Manager e soft skills
Abbiamo davanti a noi numerosi CV. Una parte cospicua di ciascuno è dedicata alle esperienze di studio, basilari per alcuni e molto ricche per altri, ritenute a volte così importanti, da indicare il voto di diploma o di laurea anche a distanza di 15 anni dall’averli conseguiti. Una parte ancora più cospicua è dedicata alle esperienze di lavoro, indicando ruoli, mansioni, contesti, tipo di attività svolta. Marginalmente i CV riportano “spiccata attitudine al contatto umano”, “buone capacità d...
Altro

I numeri del lavoro in somministrazione in Italia

A proposito di precarietà, formazione e disuguaglianza: impossibile non augurare buon lavoro all'esecutivo giallo-verde, che dichiara guerra alla precarietà ed al lavoro povero, ed al suo ministro che dopo FoodOra e soci si concentra sul lavoro interinale, inserendo nel cosiddetto decreto dignità alcuni vincoli per le aziende che utilizzano lavoro in somministrazione, (tecnicamente il lavoro interinale oggi si chiama così). I numeri dell'interinale in Italia sono relativamente modesti, se par...
Altro

In Italia una persona su tre cerca lavoro su Facebook

Trovare lavoro su Facebook
Il lavoro al giorno d'oggi si trova sui social, e non più sul solo "superprofessionale" LinkedIn. Secondo una ricerca dell'Osservatorio dell'agenzia del Lavoro e-Work, in Italia il 35% di chi è in cerca di opportunità utilizza Facebook, più di un candidato ogni tre! Numeri sorprendenti che segnano una netta contrapposizione con il tradizionale modus operandi vigente sino a pochi anni fa. All'interno del campione esaminato prevalgono i più giovani: il 37% ha tra i 26 e i 45 anni e il 35% ha me...
Altro

Il fallimento dei centri per l’impiego

Centro per l'impiego
Nel 2017 fra i giovani di età compresa tra i 15 e i 34 anni in cerca di occupazione , solo il 26,4% si è rivolto ai Centri per l’Impiego, e ancor meno, il 16,5%, alle APL, le Agenzie per il Lavoro private. L’ 84,9% del campione esaminato invece si è rivolto ad amici e conoscenti. I dati sono forniti dal Censis, nel Rapporto Censis-Eudaimon. Lo stesso Istituto rivela che tra i laureati che hanno trovato un’occupazione, solo il 4,7% lo ha fatto grazie ai Centri per l’Impiego, il 32,8% ha trovato...
Altro

5 sfide strategiche per un mercato del lavoro che cambia

Davanti ad esponenti del governo e delle istituzioni Assolavoro, l'associazione delle APL aderente al World Employment Confederation Europe, ha presentato il proprio position paper in cui si individuano i futuri obiettivi per uno sviluppo sostenibile economico e sociale nel nostro Paese, dal lavoro dignitoso alla lotta contro il lavoro nero. Tra le priorità i giovani, i servizi al lavoro, la discontinuità delle carriere. E soprattutto la formazione, la sfida più difficile per un paese che en...
Altro

L’avvocato Ross: opportunità o minaccia?

  Ormai Ross, l’avvocato infallibile frutto dell’intelligenza artificiale, non fa quasi più notizia. Un po' come il dottor Watson il super computer che di professione fa il medico, Ross legge ed elabora decine di leggi, centinaia di sentenze e migliaia di casi, quindi basta fargli una domanda per ottenere una risposta che non può essere sbagliata, visto che l’intelligenza artificiale ha una capacità di elaborazione dei dati impensabile per l’intelligenza umana. Gli avvocati devono ave...
Altro